Serra De Conti

Panoramica

ID: #7232
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Senigallia, Corinaldo, Frasassi
Voto:
5 (100%) 1 vote[s]

Mappa



[cresta-social-share]


SERRA DE CONTI

Cosa vedere a Serra de Conti:

Fornace Hoffmann;

Chiesa di Santa Maria de Abbatissis;

Chiostro di San Francesco;

Ex convento di San Francesco;

Chiesa di San Fortunato;

Chiesa di Santa Croce;

Mura castellane e porta di Santa Croce;

Monastero di Santa Maria Maddalena;

Museo delle arti monastiche;

Dove dormire a  Serra de Conti: Hotel, Residence, Bed and breakfast, Country house,  Agriturismi (scegli la struttura consigliata sulla colonna a sinistra)

Distanza dal mare: 25 km circa

Come arrivare a Serra de Conti in auto: Da Nord (Bologna) e da Sud (Bari), prendere l’autostrada A14 – da nord in direzione di Ancona e da sud in direzione di Napoli -, uscire a Senigallia, proseguire in direzione Ostra, continuare sulla SP 360, attraversare Bettolelle e seguire le indicazioni per Serra de’ Conti.

Come arrivare a  Serra de Conti in treno: le Stazioni di riferimento sono la Stazione di Jesi a 27 km circa e la  Stazione di Senigallia a circa 25 km. Per consultare gli orari dei treni visitare il sito web delle Ferrovie dello Stato www.ferroviedellostato.it/

Come arrivare a  Serra de Conti in autobus: il paese è servito da Autolinee Crognaletti www.esitur.com

Come arrivare a Serra de Conti in aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Ancona, Aeroporto Raffaello Sanzio di Falconara, a circa 36 km

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare la città a piedi.

La città è accessibile a persone disabili

NUMERI UTILI

Comune di Serra de’ Conti (via Marconi, 6) 0731871711 info@comune.serradeconti.an.it

COSA SAPERE SU SERRA DE CONTI…

Serra de Conti è un delizioso borgo in provincia di Ancona nell’entroterra senigalliese che si sviluppa lungo le colline tra la valle del Misa verso Senigallia e quella dell’Esino verso Jesi. Il momento di maggior sviluppo economico e demografico avviene tra il XIII e XIV sec. mentre la presenza di un primo nucleo abitativo si attesta già nel XII in concomitanza con la nascita del comune e la costruzione del castello. Grazie al suo stato di conservazione restano numerose e significative tracce dell’origine duecentesca dell’abitato riadattato e trasformato nel tardomedioevo, esempio di ciò il perimetro murato di Serra de’ Conti rimasto integro per buona parte con tanto di ben 11 torri, mentre delle tre porte restano quella di Santa Lucia e della Croce.

Molti gli edifici religiosi di particolare interesse come l’antica chiesa di Santa Maria de Abbatissis edificata nella prima metà del ‘200, abazia benedettina il cui priore fu per lungo tempo il Beato Gherardo che nel ‘500 venne nominato patrono del paese; è costituita da tre navate e arricchita da diverse cappelle laterali, un coro ligneo e un organo del 1866.

Da visitare anche il complesso monastico di santa Maria Maddalena, l’antica chiesa rurale di San Fortunato fondata nel XIII sec. e la chiesa di santa Croce risalente alla seconda metà del XVI secolo, a navata unica con una piccola cripta. L’attuale sede del Municipio si trova nell’antico convento di  San Francesco risalente ai primi anni del XIV sec. La struttura è praticamente intatta mentre è andata perduta la chiesa annessa al convento che, secondo le fonti storiche, era arricchita da una torre con orologio. Il Palazzo Comunale ospita inoltre il Museo delle Arti Monastiche “Le Stanze del Tempo sospeso” che raccoglie i reperti di cultura materiale appartenuti al Monastero di S. Maria Maddalena, un percorso interattivo e multimediale molto suggestivo alla scoperta della vita claustrale.

Di particolare interesse la Fornace Hoffmann, a confine con il territorio di Arcevia è un importante esempio di archeologia industriale, si tratta di una fornace in laterizio del XIX sec. rimasta in funzione fino al 1971.

Ultime da Serra De Conti




x