SANT’ANGELO IN VADO

Panoramica

ID: #5783
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Pesaro Fano e Montefeltro
Voto:
5 (100%) 1 vote[s]

Mappa





SANT’ANGELO IN VADO

Cosa vedere a Sant’Angelo in Vado :

Domus del Mito;

Torre civica;

Duomo di Sant’Angelo in Vado;

Monastero dei servi di Maria;

Chiesa di Santa Chiara.

Dove dormire a Sant’Angelo in Vado: Hotel, Residence, Agriturismi, Country House, Bed and Breakfast (scegli la struttura consigliata nella colonna a sinistra)

Distanza dal mare: 70 KM circa

Come arrivare a Sant’Angelo in Vado in auto: da nord e sud seguire l’autostrada A14 fino a Fano. Lì prendere la superstrada per Fossombrone, uscire poco dopo seguendo le indicazione per Urbino. Arrivati a Fermignano andare in direzione Urbania e quindi a Sant’Angelo in Vado. Dalla Toscana, Umbria, Lazio e Campania: prendere la superstrada E 45  Roma – Cesena fino a San Giustino (San Sepolcro). Uscire seguendo l’indicazione per Urbino (si attraversa l’Appennino – Bocca Trabaria): dopo 25 Km si arriva a Sant’Angelo in Vado.

Come arrivare a Sant’Angelo in Vado in treno: La stazione più vicina è quella di Pesaro. Per informazioni consultare il sito web delle Ferrovie dello Stato www.ferroviedellostato.it/.

Come arrivare a Sant’Angelo in Vado in autobus: ci sono diverse linee di autobus, le più importanti sono Autolinee Bucci www.autolineebucci.com, autolinee Adriabus (ex AMI):  www.amibus.it/  e  Soget Tel. 0721/371318

Come arrivare a Sant’Angelo in Vado in aereo: gli aeroporti più vicini sono, l’Aeroporto di Rimini a 65 km, quello di Forlì a 10o km circa e quello di Ancona a 105 km circa.  .

 

 

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare in parte la città a piedi.

La città è accessibile in parte a persone disabili.

 

NUMERI UTILI

Comune di Sant’Angelo in Vado (Piazza Umberto I, 1 – 61048 Sant’Angelo in Vado) Fax 0722 654500 Tel. 0722 819901

COSA SAPERE DI SANT’ANGELO IN VADO…

Sant’Angelo in Vado, in provincia di Pesaro Urbino, è situato lungo l’Alta Val Metauro e sorge sulle rovine dell’antica Tiphernum Mataurense ( dal latino tipher  pianta acquatica che cresce nelle zone paludose).  È uno dei borghi più ricchi di arte, storia e cultura del territorio di Pesaro Urbino, fu prima città romana poi capitale della Massa Trabaria diventando proprietà di Federico da Montefeltro.

Di particolare interesse è la Domus del Mito, sito archeologico situato presso il campo della Pieva, nel territorio di Sant’Angelo in Vado. La Domus, il più importante ritrovamento archeologico degli ultimi anni, e risalente alla fine del primo secolo dopo Cristo, è ampia circa mille metri quadrati ed è impreziosita dia mosaici policromi legati alla mitologia classica; tra i temi raffigurati, in ottimo stato di conservazione e di committenza colta e raffinata, Nettuno e Anfitrite sul carro del trionfo trainati da cavalli marini, seguiti da Dioniso, dio del vino per poi giungere al viso pietrificante di Medusa. Nel triclinium una scena di caccia e una pesca contornate da un festoso repertorio di motivi geometrici in bianco e nero.

Molto interessanti, oltre alla chiesa di Santa Chiara e al monastero dei Servi di Maria, il Duomo di Sant’Angelo in Vado, intitolato a San Michele Arcangelo, venne consacrata cattedrale da Papa Urbano VIII nel 1639 che elevò il borgo a sede di Diocesi. Ritenuta troppo modesta venne demolita e ricostruita nel 1770, oggi si presenta a tre navate con due cappelle laterali, una dedicata alla Madonna del Pianto e l’altra pertinente alla Confraternita degli Ortolani.

Ultime da SANT’ANGELO IN VADO




x