Santa Maria Nuova

Panoramica

ID: #5649
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Riviera del Conero e provincia Ancona
Voto:
Rate this post

Mappa





SANTA MARIA NUOVA

Cosa vedere a Santa Maria Nuova:

Chiesa Sant’Antonio di Padova;

Chiesa di San Rocco;

Dove dormire a Santa Maria Nuova: Hotel, Residence, Agriturismi, Country House, Bed and Breakfast (scegli la struttura consigliata nella colonna a sinistra)

Distanza dal mare: 34 km

Come arrivare a Santa Maria Nuova in auto: Dall’autostrada A14 Bologna-Bari, con uscita ad Ancona centro, continuare a destra sulla SS16, prendere la seconda uscita alla rotonda SP361 verso Aspio, continuare sulla SP2, attraversare Polverigi e proseguire sulla SP4.  Da Jesi, prendere la SP362 per poi girare a sinistra sulla SP4.

Come arrivare a Santa Maria Nuova in treno: la stazione ferroviaria più vicina è quella di Ancona, www.trenitalia.it.

Come arrivare a Santa Maria Nuova autobus: la città è servita dalla linea Conerobus Filottrano-Santa Maria Nuova-Jesi www.conerobus.it da Sacsa autolinee Jesi e da Reni Bus.

Come arrivare a Santa Maria Nuova in aereo: l’aeroporto di riferimento più vicino è quello di Ancona.

 

 

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare la città a piedi.

La città è accessibile a persone disabili

 

NUMERI UTILI

Comune di Santa Maria Nuova 073124971

www.comune.santamarianuova.an.it

www.prolocosmnuova.it

 

Cosa sapere su Santa Maria Nuova…

Tra le dolci colline del territorio anconetano, alle spalle dell’Adriatico e del Monte Conero, sorge il delizioso borgo di Santa Maria Nuova. La zona di cui fa parte, comprende anche i comuni di Agugliano, Offagna e Polverigi, è denominata Terra dei Castelli per via delle fortificazioni – castelli da cui poi si svilupparono veri e propri agglomerati urbani diventati nel corso dei tempi comuni indipendenti – erette a difesa della città di Ancona. Chiamato anticamente Santa Maria delle Ripe, dovette spostarsi più a sud a causa di diverse epidemie che colpirono le popolazioni, nel 1472 trovò la sua sistemazione definitiva. Per la sua produttività e per la posizione estremamente strategica, subì lungamente la dominazione della vicina città di Jesi da cui ottenne l’indipendenza nel 1858. Di particolare interesse la chiesa di sant’Antonio da Padova edificata alla fine del XIX sec. in stile neoclassico ad aula unica con un’abside semicircolare e la chiesa di San Rocco costruita nel 1756 anch’essa ad aula unica e con un solo altare. All’interno decorazioni in stucco e sulle pareti e marmi policromi che abbelliscono l’altare.

Ultime da Santa Maria Nuova




x