Ripatransone

Panoramica

ID: #1532
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Riviera delle Palme il Piceno e i Sibillini
Voto:
4.3 (86.67%) 3 vote[s]

Mappa



[cresta-social-share]


RIPATRANSONE

Cosa vedere a Ripatransone:

Cattedrale di San Gregorio Magno e Santa Margherita;

Palazzo del Podestà;

Monumento ai caduti;

Monumento alla Vergine.

Dove dormire a Ripatransone: Bed and Breakfast, Agriturismi (scegli le nostre strutture consigliate sulla colonna a sinistra)

Distanza dal mare: 11,9 Km

Come arrivare ad Ripatransone in auto: Da nord:Prendere l’autostrada A14 in direzione di Ancona, uscire a Pedaso, seguire la direzione Pescara, a Pedaso continuare sulla SS 16 e proseguire in direzione Ripatransone.

Da sud:Prendere l’autostrada A14 in direzione di Napoli, uscire a Grottammare, attraversare Grottammare percorrendo la SS 16, continuare sulla SP 23 e seguire le indicazioni per Ripatransone.

Come arrivare ad Ripatransone in treno: Si raggiunge la stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto e si prosegue in autobus con le autolinee Start.

Come arrivare ad Ripatransone in autobus: Da Roma è possibile raggiungere Ripatransone utilizzando il servizio di trasporto autobus: http://www.startspa.it/

Come arrivare a Ripatransone in aereo: Aeroporto di Ancona-Falconara 97 Km da Ripatransone.

 

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile in parte visitare la città a piedi.

La città è accessibile in parte a persone disabili.

NUMERI UTILI

IAT Ripatransone           

piazza 20 Settembre 7, Ripatransone – 63038

Tel: Registrati Fax: Registrati

Email:com.ripartransone@provincia.ap.it

 

COSA SAPERE SU RIPATRANSONE…

Ripatransone è un comune della provincia di Ascoli Piceno nelle Marche ricco di storia, cultura e tradizioni.

Ripatransone è fra i centri più antichi della provincia e vanta anche uno dei territori comunali più estesi.Per la sua posizione geografica è detta Belvedere del Piceno perché offre ai suoi visitatori un meraviglioso panorama.

Infatti Ripatransone sorge su un alto colle e dista pochi chilometri dal litorale Adriatico.

Città d’arte con numerose strutture museali, ricca di turismo, sono presenti tanti mobilifici ed è praticata l’agricoltura, Ripatransone eccelle nella produzione dell’olio e del vino.

Il sottosuolo di Ripatransone è caratterizzato da un intricato sistema di spelonche chiamate Grotte di Santità, una serie di cunicoli artificiali d’epoca preistorica che vennero chiusi nel 1967.

I luoghi di interesse storico artistico a Ripatransone sono tanti, infatti Ripatransone è il centro storico di maggiori dimensioni della provincia e i segni della storia sono visibili nelle tante architetture sacre e civili che la arredano, sinonimo questo dell’importanza che la città ebbe nelle epoche passate.

L’impianto urbanistico di Ripatransone è di epoca medievale, testimonianza sono i numerosi resti delle antiche fortificazioni. Il corso Vittorio Emanuele taglia longitudinalmente l’abitato per circa un chilometro, costeggiato da alti palazzi signorili di varie epoche.

La Cattedrale di San Gregorio Magno e Santa Margherita (XVI-XVII secolo) sorge nell’antico cuore religioso della città, piazza Condivi. La fiancata sinistra fronteggia il palazzo vescovile, nato dalla riconversione di un ex convento agostiniano adiacente alla chiesa di Sant’Agostino.

Il maestoso Palazzo del Podestà fu completato nel 1307. Ha un ampio porticato a sette archi: quello centrale più ampio è a sesto acuto, gli altri a tutto sesto. Il loggiato, rialzato rispetto al piano di posa originario, è sormontato da una teoria di bifore con monofora trilobata centrale, e più in alto dai finestrini del piano attico aggiunti in epoca successiva.

Tanti sono anche i monumenti presenti, sono un esempio:Il Monumento ai caduti in piazza Donna Bianca de Tharolis. La statua è posta in cima a un’alta stele che reca su ogni lato i nomi dei soldati caduti nelle varie guerre. Il Monumento alla Vergine in marmo di Carrara.

Ultime da Ripatransone




x