Montemonaco

Panoramica

ID: #4753
Tipologia: Località montane
Zona: Riviera delle Palme il Piceno e i Sibillini
Voto:
5 (100%) 1 vote

Mappa





MONTEMONACO

Escursioni organizzate a Montemonaco: Monte Fata, Grotta della Sibilla, Laghi di Pilati, Gola dell’infernaccio, Pizzo del Diavolo, Monte Vettore, Passo Cattivo, Valle Scura, Monte di Morte.

Località da visitare vicine a Montemonaco: Foce, Montefortino, Ascoli Piceno

Dove dormire a Montemonaco : Agriturismo, Country House (scegli le nostre strutture consigliate sulla colonna a sinistra)

Montemonaco è uno dei posti più misteriosi delle Marche e della zona dei Sibillini. Questo suo fascino misterioso è legato al mito della Sibilla che dà il nome a questo fantastico posto delle Marche.

Località: Monti Sibillini

Distanza dal mare: 56Km

La località è accessibile a famiglie con passeggini e a persone disabili.

Informarsi presso la ProLoco per l’accessibilità alle escursioni.

 

NUMERI UTILI

PRO LOCO – MONTEMONACO

Piazza Risorgimento, 2

63048 Montemonaco (AP)

Tel: 0736 856411

 

COSA SAPERE SU MONTEMONACO…

Montemonaco è una piccola località montana dei Sibillini, che funge da appoggio e stazionamento per visitare i Sibillini.
Montemonaco è quindi un appoggio logistico per pernottare e quindi scoprire le varie parti e itinerari della zona dei Sibillini.
Montemonaco è uno dei posti più misteriosi delle Marche e della zona dei Sibillini. Questo suo fascino misterioso è legato al mito della Sibilla che dà il nome a questo fantastico posto delle Marche.
Secondo la leggenda da queste parti viveva una SIBILLA, una sorta di profetessa o medichessa che aveva poteri magici e sapeva curare utilizzando erbe e rimedi naturali. Tanta e varia la letteratura che si è occupata dal Medio Evo di questa leggenda, anche perché sono legate alla presenza di questa Sibilla Cumana, le gesta e le avventure di un cavaliere alla ricerca di questa magica entità.
I due testi storici più conosciuti e famosi sulla leggenda della Sibilla sono: IL GUERIN MESCHINO di ANDREA DA BARBERINO, opera del 1409, e LA PARADISE DE LA REINE SYBILLE di ANTOINE DE LA SALE del 1420.
Ancora oggi nelle vicinanze di Montemonaco, presso il rifugio Sibilla, si può salire tramite un percorso di media difficoltà sino alla grotta che la leggenda attribuisce alla Sibilla: è rimasto un piccolo canale fra le rocce, all’interno la grotta è crollata da anni, ma in passato molti avventurieri provarono a svelare cosa ci fosse.
A parte la leggenda, Montemonaco e la zona circostante dei Sibillini restano un posto meraviglioso per quanto riguarda i colori e le forme del territorio, e per le varie escursioni che si possono fare in qualsiasi stagione.
E regna comunque questo un’atmosfera strana, che sa di antico e di magico.

Ultime da Montemonaco