Maiolo

Panoramica

ID: #2379
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Gabicce Mare e Parco di San Bartolo
Voto:
Rate this post

Mappa



[cresta-social-share]


MAIOLO

Cosa vedere a Maiolo:

Monte Fumaiolo all’Alpe della Luna;

Monte Carpegna;

Torrioni di San Leo.

Dove dormire a Maiolo: Agriturismi, Bed and breakfast, Country House (scegli la struttura consigliata sulla colonna a sinistra)

Distanza dal mare: 59 Km

Come arrivare a Maiolo in auto: Da Nord:Prendere l’autostrada A14 in direzione di Ancona, uscire a Cesena Nord, seguire la direzione Roma-Ravenna, continuare sulla SS 3BIS / E45, uscire in direzione Monte Castello/Montepetra/Romagnano, svoltare sulla SP 138 in direzione di Roma, attraversare Savignano di Rigo, Perticara, Novafeltria, proseguire seguendo indicazioni per Maiolo.

Da Sud:Prendere l’autostrada A14 in direzione di Napoli, seguire la direzione Pescara, uscire a Rimini Sud, seguire la direzione Repubblica San Marino, attraversare Cerasolo, ingresso in territorio sammarinese, attraversare Serravalle, Fiorina, Domagnano, Borgo Maggiore, Acquaviva, ingresso in territorio italiano, attraversare Pietracuta, Novafeltria, proseguire per entrare in Maiolo.

Come arrivare a Maiolo in treno: La stazione ferroviaria di riferimento è quella di Rimini, si prosegue in autobus con le Ferrovie Emilia Romagna.

Come arrivare a Maiolo in autobus: Autolinee Bucci www.autolineebucci.com

Come arrivare a Maiolo in aereo: Aeroporto di Ancona-Falconara 130 Km da Maiolo.

 

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare in parte la città a piedi.

La città è accessibile in parte a persone disabili.

NUMERI UTILI

Presidente: Massimo Mascella

Telefono: 333/7506728

massimomascella@libero.it

Sito-web: www.prolocomaiolo.it

 

COSA SAPERE SU MAIOLO…

Il borgo di Maiolo è situato sulla valle del fiume Marecchia, nella provincia di Pesaro Urbino.
Fino al settecento, l’antica Maiolo fu un paese popolato e fiorente, sormontato da una rocca circondata da mura e da torrioni, posizione strategica del borgo e dell’intera Val Marecchia.

Il 28 maggio del 1700 si abbatté sul paese un diluvio che durò quaranta ore ininterrotte. Una rovinosa frana spazzò via l’intero paese provocando una sciagura conosciuta in tutto il Montefeltro.

Dell’antica cittadina oggi rimangono sulla sommità del monte solo due possenti torrioni poligonali, dai quali si domina tutta la vallata del Marecchia, mentre il paese odierno è in una località vicina denominata Serra.

Maiolo conserva le sue borgate, le sue vecchie case contadine, le piazzette e non si è lasciato contagiare dalla selvaggia edilizia condominiale. La bellezza sfolgorante dei tramonti, lo sguardo che spazia dal Monte Fumaiolo all’Alpe della Luna, al Monte Carpegna, ai torrioni di San Leo, alle torri di San Marino sino al mare, fanno di Maiolo un punto di osservazione unico del territorio marchigiano e del Montefeltro.

La città è famosa soprattutto per il suo caratteristico pane, prodotto con farine locali e con metodi tradizionali, al quale viene dedicata a fine giugno un’apposita fiera annuale, la Festa del Pane.

Ultime da Maiolo




x