Candelara

Panoramica

ID: #4778
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Pesaro Fano e Montefeltro
Voto:
5 (100%) 1 vote[s]

Mappa





CANDELARA

Cosa vedere a Candelara:

Castello;

Torre dell’orologio;

Chiesa di San Francesco;

Chiesa di Santa Lucia;

Villa Almerigi.

Dove dormire a Candelara: Bed and Breakfast, Agriturismi, Country House (scegli la struttura consigliata sulla colonna a sinistra)

Distanza da Pesaro e dal mare: 7Km

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare la città a piedi.

La città è in parte accessibile a persone disabili.

Come arrivare a Candelara in auto/autobus: Uscita autostrada A14 casello di Pesaro-Urbino, dirigersi verso il CENTRO seguendo le indicazioni Adriatic Arena. Alla rotatoria successiva all’Adriatic Arena, prendere a destra la strada interquartieri verso FANO e alla terza rotatoria (dopo circa 3 km) svoltare a destra per CANDELARA. Proseguire fino alla località Ponte Valle, al termine della quale svoltare a sinistra seguendo sempre le indicazioni CANDELARA.

Come arrivare a Candelara in treno:  Stazione ferroviaria di Pesaro e bus navetta gratuito per Candelara;

Come arrivare a Candelara in aereo: Aeroporto di Ancona (60Km)

NUMERI UTILI

ProLoco Candelara

proloco@candelara.com

Strada Borgo Santa Lucia, 40, 61022 Pesaro

Tel. 0721.286693 Mob. 339.2937316 (sig. Pietrelli) Fax 0721.286693

COSA SAPERE SU CANDELARA…

Candelara è un caratteristico comune nella provincia di Pesaro nelle Marche, dove le montagne e le colline degradano dolcemente verso il Mare Adriatico.

Candelara è posta  a 180m sul livello del mare ed è circondato da querce, viti e ulivi.

Si ipotizza che Candelara fosse abitata già in epoca preistorica; sicuramente lo fu in epoza romana.

Dal XV secolo Candelara è denominato dai Malatesta, signori di Rimini fino al 1445 quando questi vennero sconfitti da soldati di Francesco Sforza, duca di Milano e futuro Duca di Urbino.

Il paese di Candelara divenne nei secoli un territorio strettamente agricolo mentre la parte urbanistica è caratterizzata dal Borgo, dal Castello, dalla Pieve e dalla Villa.

Lo stemma di Candelara è rappresentato da tre colline sormontate da tre candele e si ispira alla leggenda per cui, per individuare il luogo su cui costruire il paese, sono state accese tre candele e nel punto meno ventoso, dove non si è spenta la candela, li è sorto il paese.

La parola latina Candelara è probabilmente legata, secondo lo storico Luigi Michelini Tocci, a “festum candelarum, cioè ad una fonte di luce, un fuoco, un faro”.

Il nome di Candelara dunque deriva dalle candele che sono diventate da circa due secoli lo stemma del paese.

Dalla piazzetta di Borgo Santa Lucia si accede al castello attraverso un ponte di mattoni che nel 500 ha sostituito quello levatoio in legno.

Di grande interesse è l’insieme del sistema difensivo (porta, mura e bocche da fuoco) che costituisce un’esperienza all’avanguardia nel campo dell’architettura militare del ‘400.

La torre dell’orologio è stata recentemente restaurata e di cui si può ammirare i meccanismi perfettamente funzionanti, al piano superiore della Sala del Capitano.

La Chiesa di San Francesco del ‘600, attualmente diroccata e non visitabile.

Nel castello merita di essere visitata la Chiesa di Santa Lucia;

Infine, non molto distante dal borgo l’ex-Villa Almerici, costruita su progetto dell’architetto Luigi Vanvitelli restaurando una vecchia struttura del XV secolo.

Ultime da Candelara