Appignano del Tronto

Panoramica

ID: #7398
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Riviera delle Palme il Piceno e i Sibillini
Voto:
4 (80%) 1 vote[s]

Mappa





Cosa visitare, Appignano del Tronto:

Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa di San Michele Arcangelo

Oratorio di Santa Maria del Piano Santo

Palazzo del Municipio

Dove dormire a Appignano del Tronto: Hotel, Bed and breakfast, Country house,  Agriturismi (scegli la struttura consigliata sulla colonna a sinistra)

Distanza dal mare: 28 km circa

Come arrivare a Appignano del Tronto in auto: Da Nord (Bologna) da sud (Bari), prendere l’autostrada A14 (da nord in direzione di Ancona e da sud in direzione di Napoli), seguire la direzione San Benedetto del Tronto – Ascoli Piceno, continuare sulla RA11, uscire in direzione Castel di Lama, attraversare Campolungo, Castel di Lama, continuare sulla SP 235, svoltare sulla SP 4 e seguire le indicazioni per Appignano del Tronto.

Da Ascoli Piceno, percorrere la SP 235, continuare sulla SP 4 e seguire le indicazioni per Appignano del Tronto

Come arrivare a Appignano del Tronto  in treno: la stazione ferroviaria di riferimento è quella di Ascoli Piceno a 16 km circa. Per consultare gli orari dei treni visitare il sito web delle Ferrovie dello Stato www.ferroviedellostato.it/

Come arrivare a Appignano del Tronto in autobus: il paese è servito da Autolinee Start www.startspa.it

Come arrivare a Appignano del Tronto in aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Pescara a 90 Km circa, quello di Ancona dista 120 km circa

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare la città a piedi.

La città è accessibile a persone disabili

NUMERI UTILI

Comune di Appignano del Tronto (via Roma, 98 – AP) 0736817701

Cosa sapere su  Appignano del Tronto…

Appignano del Tronto è un incantevole borgo collocato su un crinale collinare tra Ascoli Piceno e il mar Adriatico; Circondato da corsi d’acqua, è fortemente caratterizzato dalla presenza di calanchi risultato dello scivolamento a valle del terreno mentre intorno al paese si è creato il torrente Chifenti che snodandosi lungo le vie divide il territorio in diverse parti.

Un piccolo paese dove si respira ancora un’atmosfera fresca e divertente grazie all’ospitalità degli abitanti e ai tanti tesori che nasconde, da quelli paesaggistici a quelli folcloristici, da quelli enogastronomici a quelli storico-artistici.

Tra i monumenti degli di nota la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista che reca una facciata in stile lombardo abbellita dall’imponente campanile quattrocentesco e, nel XVI sec., con un portale e un rosone rinascimentali. Al suo interno sono conservate diverse opere d’arte tra cui la “Pentecoste” attribuita a Simone de Magistris, due affreschi, “Sant’Antonio da Padova” e “San Giovanni Evangelista”, di matrice crivellesca risalenti al XV sec. e una “Madonna con Bambino” di Paolo da Visso.

Interessanti anche la chiesa di San Michele Arcangelo, che nella navata centrale, nel catino absidale mostra la “Gloria di San Michele Arcangelo”, nella volta sono affrescati degli angeli, mentre nella tavola centrale, attribuito a Vincenzo Pagani e databile nel 1534, si trova l’“Assunzione della Vergine”. Affascinati anche l’Oratorio extra moenia di Santa Maria del Piano Santo che reca una facciata risalente al XVII sec. e diverse opere d’arte tra cui un affresco raffigurante l’“Incoronazione della Vergine” risalente al XIV sec., mentre nel Palazzo del Municipio sono diversi i reperti antichi che raccontano di un importante passato come lo stemma topografico a scudo sannitico antico della città di Ascoli risalente al XV sec. o l’antica campana civica, collocata in origine sulla torre del Comune medievale demolito nel 1895, rifusa nel 1887.

Ultime da Appignano del Tronto




x