Agugliano

Panoramica

ID: #1127
Tipologia: Borghi e Città d'arte
Zona: Riviera del Conero e provincia Ancona
Voto:
Rate this post

Mappa





AGUGLIANO

Cosa vedere ad Agugliano:

 

Castel D’Emilio

Sicuramente dovete visitare Castel D’Emilio, il piccolo borgo del comune di Agugliano. L’origine del Castello e delle sue mura che avvolgono il centro storico è antichissima, pensate che Castel D’Emilio è citato all’interno della pergamena del Codice Bavaro (datata 2 Ottobre 968). Nel corso degli anni ha subito notevoli ristrutturazioni, una delle più importanti fu ad opera dell’architetto di Firenze, Baccio Pontelli che rifece la porta d’ingresso del paese e parte delle cinta murarie che formavano un poligono irregolare. Nel corso della storia Castel D’Emilio divenne comune durante l’epoca napoleonica poi frazione di Agugliano con l’Unità d’Italia.

La chiesa ed il convento di San Francesco

Bellissime sono queste due strutture che trovate ad Agugliano e che furono costruite all’inizio del 1100. Secondo la tradizione, il nome deriva dal fatto che il Santo Francesco vi soggiornò con l’intento di dedicarsi ai monaci malati. Per questo diventò dimora, grazie all’assenso dell’abate di Chiaravalle, dei francescani. Più volte ristrutturato all’interno, nella chiesa sono stati posti due dipinti di due fondamentali esponenti del rinascimento: Olivuccio di Ciccarello e Nicola di Maestro Antonio. La chiesa venne ricostruita verso la fine del Settecento e se ne occupò l’architetto Francesco Maria Ciaraffoni di Ancona (uno degli allievi del Vanvitelli). La chiesa subì la repressione dei napoleonici e così fu spogliata dei suoi beni più preziosi tra i quali delle spoglie del beato Filippo (che tornarono nel 1821 nel convento e che furono prelevate un’altra volta nel 1960 dai Frati Minori). Un secondo attacco fu quando i sabaudi nel 1866 decretarono l’ordine di una nuova soppressione degli ordini religiosi.

Chiesa di Santa Maria delle Grazie

La sua costruzione dovrebbe risalire agli inizi del Quattrocento. Stupendi sono il suo rosone ed il portale in cotto che ci danno le indicazioni per far risalire la chiesa a quell’epoca. Il campanile, che ha subito notevoli ristrutturazioni, possiede una campana del 1520. La chiesa si trova a Castel D’Emilio.

Chiesa di Santa Maria a Nazareth

É la chiesa parrocchiale e risale ai primi anni del 1300. All’interno potete trovare un bellissimo dipinto che raffigura la Madonna vicina alla Santa Casa sorretta da angeli. Stupenda è la simbologia dei personaggi che figurano nel dipinto: il cane, simbolo di fedeltà, la fiaccola, simbolo di diffusione del messaggio della Cristianità; San Pio V, il papa sotto cui furono effettuate notevoli ristrutturazioni della Chiesa.

Chiesa del SS. Sacramento

Il patrono di Agugliano è Sant’Anastasio e qui vi si celebra ogni anno la sua festa, nella chiesa che risale alla fine del XVI secolo. Vi si può ammirare lo stemma del paese la “Guglia” e delle fantastiche opere artistiche come il dipinto che raffigura il paese nei primi anni del Novecento ed il quadro posto dietro l’altare che raffigura la Vergine Maria. All’interno si trovano le spoglie del Cardinale Antonio Vico, nato nel paese, che svolse missioni in numerosi paesi (europei e latinoamericani) nei primissimi anni del Novecento. Altri sono i quadri che potete trovare all’interno della chiesa, uno dei più importanti è quello attribuito a Francesco Peruzzini, pittore anconetano, che raffigura Sant’Anastasio, la Madonna e Sant’Antonio da Padova.

Chiesa di Sant’Anna (Borgo Ruffini)

Venne costruita attorno al XVI secolo ed era di proprietà dei marchesi Ruffini, commercianti bresciani. Con la morte di Giovanni Ruffini, avvenuta il 29 dicembre del 1824, divenne proprietà del comune.

Monumento ai caduti

Fu inaugurato attorno al 1924 e fu opera dello scultore Vladimiro Giaccaglia.

Dove dormire ad Agugliano: Agriturismi, Country House, Bed and Breakfast (scegli la struttura consigliata nella colonna a sinistra)

Cosa gustare ad Agugliano: Gelato artigianale

Distanza dal mare: 28 Km

Come arrivare ad Agugliano in auto: Da Nord:Prendere l’autostrada A14 in direzione di Ancona, uscire ad Ancona Nord, svoltare sulla SP 34, attraversare Grancetta, Camerata Picena e seguire indicazioni per Agugliano.

Da Sud:Imboccare l’autostrada A14, uscire ad Ancona Sud/Osimo, continuare sulla SS 16, attraversare Ancona, Casine e proseguire in direzione Agugliano.

Come arrivare ad Agugliano in treno/autobus:  Il servizio autobus è gestito dalla società Conerobus (società per la mobilità intercomunale).

Come arrivare ad Agugliano in aereo: Aeroporto di Ancona-Falconara 10 Km da Agugliano.

 

 

Per le famiglie con bambini e passeggini è possibile visitare la città a piedi.

La città è accessibile a persone disabili.

NUMERI UTILI

Ufficio Informazioni Turistiche Agugliano

Via Nazario Sauro, 1, 60020 Agugliano (AN)

Tel. +39 (0) 719090325, 71908837, 71906102

Mail: turismo@comune.agugliano.an.it

 

COSA SAPERE SU AGUGLIANO…

Agugliano è considerata la regina della Terra dei Castelli, un borgo medievale delle Marche vicina alla  Riviera del Conero.

Infatti proprio alle spalle della famosa Riviera del Conero,  sulle colline che circondano Ancona, vi è una terra antica chiamata Terra dei Castelli, questa terra rappresentava una difesa strategica per Ancona dall’ attacco dei nemici.

Agugliano era uno di questi paesi aventi scopo difensivo per il capoluogo delle Marche.

Agugliano è una realtà che richiama tradizioni storiche e culturali di questa affascinante zona e presenta anche tipicità gastronomiche per il turista attento alla buona cucina.

Agugliano e la sua piccola frazione di Castel d’Emilio sono centri limitrofi alla Riviera del Conero di origine antichissima.
Ad Agugliano è ancora possibile notare le antiche mura medievali, in particolare a Castel d’Emilio è conservato tutt’oggi l’ingresso con la porta carraia arricchita con merli e feritoie tipica del periodo medievale.

Ad Agugliano da visitare c’è la Chiesa del SS. Sacramento, dove come tradizione viene festeggiato il santo patrono, al suo interno colpisce la straordinaria bellezza di un dipinto su tela del Peruzzini.

Passeggiando per il centro di Agugliano c’è l’antica Chiesa di S. Maria di Nazareth dove vi è un’iscrizione di marmo  che ricorda la sua costruzione avvenuta nel 1304. Importante è l’interno della Chiesa di S. Maria di Nazareth di Agugliano dove è possibile ammirare un dipinto risalente al 1600 dedicato alla Traslazione della Santa Casa.

L’architettura di Aguliano immerge i suoi turisti in un’atmosfera antica che accoglie la modernità  nelle tante rassegne e negli eventi organizzati soprattutto in estate: famoso è il Gelato Artigianale Festival che è riuscita a raggiungere addirittura quindicimila presenze alla prima edizione. Il gelato che viene prodotto ad Agugliano è qualcosa di sopraffino!

E’ poi celebre la sua festa della birra nel mese di luglio, capace di richiamare la presenza di molti vacanzieri della Riviera del Conero.

Agugliano durante il mese invernale, quando viene avvolta e circondata dalla neve, diventa la scena di una splendida rappresentazione da cartolina delle Marche.

Ultime da Agugliano




x