Cos’è il Varnelli?

12 Maggio 2019turismomarche
Oggi pubblicizziamo un grande prodotto della nostra Regione.

In molti lo conoscerete sicuramente. Il Varnelli è un marchio di fabbrica del famosissimo mistrà all’anice. Viene prodotto dall’omonima distilleria che ha sede nel maceratese, esattamente a Pievebovigliana. Ha una gradazione alcolica del 46% e si ottiene con alcol di grano, distillato di anice e zucchero (inferiore al 2%). Ha ottenuto il riconoscimento dei “prodotti agroalimentari tradizionali italiani” ovvero dei prodotti inclusi nell’apposito elenco del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo (Mipaaft)

Quando e dove nasce?

La Distilleria Varnelli venne fondata nel 1868 da Girolamo Varnelli, un erborista di Cupi, nota frazione di Visso, nel bel mezzo dei Monti Sibillini. Viene descritto come un “profondo conoscitore delle erbe officinali del luogo e delle tradizioni monastiche. Da tutto ciò trasse ispirazione per numerose ricette di distillati ed amari tra i quali l’Amari Sibilla, nato inzialmente come antimalarico ed antifebbrile, grazie all’alto contenuto di Genziana Lutea, China e molte altre piante officinali“.

Ma fu proprio suo figlio, Antonio Varnelli che trasferì ed ampliò l’offerta dei prodotti tra i quali creò il Varnelli, anice secco speciale. Altro non era che un’interpretazione eccezionale del mistrà marchigiano. L’altro Varnelli, Girolamo, fu colui che con spirito imprenditoriale si dedicò alla diffusione fino agli anni ’70 facendolo entrare il “Sovrano correttivo del caffè”.

Quando e dove prenderlo?

Prendendo spunto dalla celebre frase che accompagna il famoso mistrà, il Varnelli va preso assieme al caffè come correttivo o per “ripulire la tazzina del caffè” una volta consumato. Come ogni alcolico, deve essere apprezzato moderatamente, ve ne consigliamo il consumo dopo i pasti. Per chi non ama il caffè, può berlo anche liscio ed è presente in vari cocktail. Sappiate, che le nostre cuoche sanno abbinarlo anche a parecchi piatti (primi, secondi e nei dessert).

Il Varnelli è molto diffuso in tutte le zone delle Marche, in particolar modo nel maceratese, nel fermano e nell’ascolano. Lo troverete in qualsiasi bar, ristorante e sicuramente nelle botteghe dei prodotti tipici.

(si, c’è stata anche una limited edition firmata da Chiara Ferragni, ma costava 180 euro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What is 2 + 10 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)