7 parchi archeologici nelle Marche

, , , , , ,
8 aprile 2015turismomarche

Le Marche hanno radici profonde nella storia, scopri i 7 siti archeologici della nostra regione.

Le Marche conservano 7 parchi archeologici ubicati a Urbisaglia, Sassoferrato, Cupra Marittima, Falerone, Fossombrone, San Severino Marche e Castelleone di Suasa.

Noi vi presenteremo questi 7 parchi archeologici, aree tutelate dalla regione Marche, invitandovi a visitarli.

1.Il parco archeologico di Urbisaglia è il miglior esempio del livello di sviluppo raggiunto dalle città romane del Piceno. Occupa l’area della colonia romana di Urbs Salvia di epoca augustea. Si consiglia di iniziare la visita dal Museo Archeologico Statale, una struttura espositiva a tema con la città romana ed al suo territorio ed è distribuito sui due piani di un edificio ottocentesco posto al centro dell’insediamento moderno;

Orari di apertura del parco di Urbisaglia: dal 1 aprile al 13 giugno: domenica e festivi  10-13/15-19; dal 14 giugno al 14 settembre: tutti i giorni 10-13/15-19; dal 15 settembre al 31 dicembre: sabato, domenica e festivi  10-13/15-18. E’ possibile visitare il parco all’infuori di questi orari solo su prenotazione. Per informazioni e prenotazioni  contattare: Meridiana Srl,Tel.0733-202942.

2.I ruderi della città romana di Sentinum si trovano a sud di Sassoferrato, in località di S. Lucia. Il nome della città è collegato alla famosa battaglia di Sentino (295 a.C.) dove i Romani sconfissero la coalizione Italica e conquistarono i territori del Medio Adriatico. I resti della città di Sentinum ora visibili sono solo una piccola porzione dell’antica estensione urbana che seguiva l’andamento naturale dei limiti del pianoro; a Sassoferrato vi era un edificio termale, una fonderia, la cosidetta insula del Pozzo e una villa imperiale.

Orari di apertura del parco archeologico di Sassoferrato: dal Lunedì al Sabato 8 – 14; 1° e 3° Lunedì del mese 13.30 – 19.30; 2a e 4a Domenica del mese 8-14. Per informazioni e prenotazioni: Tel.0732-9561; Cell.338-8086415.

3. L’area del parco archeologico di Cupra Marittima si estende a nord dell’abitato attuale di Cupra Marittima, per una superficie di circa 32 ettari. Lungo la Statale Adriatica, sono visibili le strutture di una villa con ninfeo, frequentata fino al IV sec. d.C. e di un edificio termale con mosaici tardo-imperiali. Il parco di Cupra Marittima è aperto tutto l’anno solo su prenotazione. Informazioni e prenotazioni: Archeoclub tel. 0735-778622.

4. Il parco archeologico di Falerone si estende per circa 30 ettari e sommariamente può essere divisa in due parti: la prima, centrale, per buona parte intaccata dalla edificazione avvenuta dagli anni settanta in poi; la seconda, verso est e verso settentrione,  quasi totalmente coltivata  e idonea ad interventi di ricerca e valorizzazione.  Il teatro si presenta ancora oggi come un monumentale edificio ed è uno dei teatri romani meglio conservati delle Marche e viene tuttora utilizzato in estate per numerose rappresentazioni.

Orari di apertura del parco archeologico di Falerone: Aprile: giorni festivi  10- 12, 15- 17; Maggio: Sabato, Domenica e Festivi 10- 12, 16-18; Giugno: Sabato, Domenica e Festivi   10-12, 17-19; Luglio: Venerdì, Sabato e Domenica 10-12, 17-19; Agosto: tutti i giorni 10-12, 17-19; Settembre: Venerdì, Sabato e Domenica  16-18; Ottobre: Sabato e domenica 16- 18;Periodo natalizio dal 23 dicembre fino al 7 gennaio 10-12, 15-17; Per il resto dell’anno: su prenotazione.Informazioni e prenotazioni: tel. 333-5816389.

5. La  città romana  di Forum Sempronii  sorgeva circa  2 Km ad ovest dell’attuale Fossombrone e presentava una pianta rettangolare con i lati orientati in senso nord-sud ed est-ovest,  per una superficie totale di circa 20 ettari. L’impianto urbanistico di Forum Sempronii fu certamente condizionato  dalla  preesistente via Flaminia,  che venne a costituire l’asse viario più importante della città.

E’possibile visitare il parco archeologico di Fossombrone tutto l’anno solo su prenotazione. Informazioni e prenotazioni: tel. 0721-7231; prof. Giancarlo Gori tel. 0721- 714645.

6. Il Parco Archeologico della città romana di Settempeda si trova ad est dell’attuale San Severino Marche, in prossimità della chiesa di S. Maria della Pieve. Vicino alla chiesa è stato messo in luce un incrocio di due strade urbane lastricate con grossi basoli e con crepidini laterali. Delle antiche mura della città sono ora visibili la porta est e quella sud-ovest a forma di esedra. Nella zona a nord della strada statale è situato un edificio termale di notevole ampiezza, mentre più ad ovest, sono stati di recente resi visibili i resti di un complesso artigianale con fornaci per la produzione di vasi di terra sigillata.

Il parco archeologico di San Severino Marche è aperto tutto l’anno solo su prenotazione. Informazioni e prenotazioni: Pro Loco San Severino Marche 0733-638414 – Pinacoteca Comunale “”Tacchi Venturi” 0733-638095.

7. Il Parco Archeologico di Suasa è posto lungo la Valle del Cesano, l’antico abitato era stretto e lungo, chiuso ai margini fra il corso del fiume Cesano a ovest e le basse colline a est,  ai piedi delle quali, alla fine del I sec. d.C., fu costruito un grande anfiteatro, uno dei più grandi della regione, capace di accogliere diverse migliaia di spettatori.

Orari di apertura del parco archeologico Castelleone di Suasa: dal 16 marzo al 30 giugno:aperto sabato, domenica e festivi 15.30-19.30; Dal 1 luglio al 31 agosto:dal martedì al sabato: 16-20, domenica: 10.30-12.30;   16-20; Dal 1 settembre all’8 dicembre, aperto sabato, domenica e festivi 15.30-19.30. Informazioni e prenotazioni:Tel. 071.966524;www.consorziosuasa.it

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *