5 cose da fare a Pasqua nelle Marche

, , , ,
26 Marzo 2018turismomarche

Abbiamo pensato a cinque cose che dovreste fare se siete nelle Marche o se avete in programma di venire durante il periodo di Pasqua. Una per ogni provincia.

MACERATA

Foto di @imp_caesar da Instagram

 

Il Venerdì Santo di Porto Recanati è a dir poco suggestivo come da tradizione infatti, viene messa in scena la processione denominata la “Bara de notte” che risale al 1713 quando l’allora vescovo di Recanati promosse l’istituzione delle confraternite, una su tutte quella del Cristo Morto che doveva occuparsi dell’organizzazione della Bara de Notte.

Secondo gli storici l’evento è una prosecuzioni di antiche rappresentazioni medievali che ricordavano le vite dei Santi e di Gesù Cristo. Momento molto importante per la città di Porto Recanati è l’allestimento della Bara che avviene nei giorni della settimana santa a partire dal Lunedì.

Dopo le celebrazioni in Chiesa, viene posto il simulacro di Cristo sopra la bara, uno dei momenti più importanti alla quale assistono molte persone, viene portata così da dodici “sciabbegotti” ovvero pescatori di Porto Recanati. Alla processione vedrete anche tre pescatori incappucciati e scalzi che rappresentano Cristo e i ladroni alla fine della processione invece la Madonna, San Giovanni e Maria Maddalena. La processione termina nella chiesa San Giovanni Battista (da dove è partita) e segue da sempre lo stesso percorso, anche sotto la pioggia. Nel caso in cui la Bara non possa uscire, viene considerato di mal auspicio per tutti i cittadini di Porto Recanati.

 

ANCONA

Foto di @ro_freelance da Instagram

 

Evento riservato ai credenti ma non solo, è sempre molto affascinante visitare il Santuario della Santa Casa di Loreto. In vista della Santa Pasqua numerosi sono i momenti delle celebrazioni:

Giovedì 29 Marzo alle 10.30 Messa del Crisma

Giovedì 29 Marzo alle 18.00 Messa nella cena del Signore

Venerdì 30 Marzo ore 17.00 Liturgia della Passione – Venerdì Santo

Venerdì 30 Marzo ore 20.30 Sacra rappresentazione della Passione Vivente

Sabato 31 Marzo ore 9.00 Venerazione della statua della Madonna della Santa Cassa

Sabato 31 Marzo ore 22.00 Veglia Pasquale

Domenica 1 Aprile ore 11.00 Messa Pontificale

Durante il Venerdì Santo come da tradizione per Loreto si svolge anche la rievocazione storica della Passione di Cristo. Centinaia sono i figuranti che seguono fedelmente gli accadimenti che vanno dal processo alla Via Crucis fino al calvario. Per maggiori info clicca qui.

 

ASCOLI PICENO

Foto di @ascolimusei da Instagram

 

Una delle cose da fare in questo fine settimana è sicuramente andar a vedere una stupenda mostra ad Ascoli Piceno. Infatti troverete “Cola dell’ Amatrice da Pinturicchio a Raffaello”  che è stata inaugurata ufficialmente sabato 17 marzo nella Sala della Regione di Palazzo dei Capitani e seguirà nella Pinacoteca Civica e sarà visitabile fino al prossimo 15 luglio. Nell’ambito della rassegna “Mostrare le Marche“, una delle città più belle d’Italia, Ascoli Piceno, mette in mostra Cola dell’Amatrice, suo nome di battesimo Nicola Filotesio, che aveva ospitato l’artista nei primi anni del Cinquecento. All’interno della rassegna della rassegna a lui dedicata troverete sessanta opere d’arte di immenso valore che provengono dalla sua Amatrice fino ad Urbino passando per l’Abbazia adi Farfa, gli Appennini e la capitale Roma. Accanto alle sue opere ci saranno quelle del Pinturicchio, del Crivelli, del PeruginoLuca SignorelliPetro Vannini e Filippo Lippi.

Orari Mostra
Apertura: dal Martedì alla Domenica e Lunedì festivi e prefestivi
Pinacoteca Civica: 10 – 19
Sala Cola d’Amatrice: 11-13, 15-19

 

FERMO

Foto di @baldhiker da Instagram

 

Che ne dite di una gita fuori porta dopo un bel pranzo? Per la vostra Pasquetta vi proponiamo Smerillo. Il tempo sarà buono e si prevede anche un’aumento delle temperature. Ciò che caratterizza Smerillo è la possibilità di vivere intere giornate all’aperto a contatto con la natura, godendo della quiete e della salubrità dell’aria. Si ha la possibilità di fotografare panorami mozzafiato e seguire a piedi interessanti percorsi naturalistici nel Bosco di Smerillo. Singolare è la “Fessa”, una spaccatura nella roccia arenaria lunga circa 30 mt. ed alta altrettanti con una larghezza di circa 50 cm., che permette il passaggio di una persona alla volta, ricca di fossili pliocenici, meta di turisti e studiosi di paleontologia. Leggi la scheda completa di Smerillo cliccando qui.

 

PESARO-URBINO

Foto di @pepperin_ da Instagram

 

E’ arrivata la primavera finalmente quindi vi consigliamo di far una bella giro al mare ma dato che non sarà poi così caldo, approfittate per conciliarlo con una gita culturale. Quale miglior destinazione di Fano?

Uno dei monumenti da vedere è sicuramente l’Arco d’Augusto ovvero la porta della città dell’antica via Flaminia, a forma di arco a tre fornici, due fornici laterali minori e un fornice centrale maggiore. Esternamente fu realizzata mediante sovrapposizione di blocchi squadrati in pietra d’Istria, messi in opera in filari omogenei con piani di appoggio continui. Sulla chiave di volta, troviamo una decorazione di animale che oggi non è più riconoscibile ma forse raffigurava un elefante. L’arco doveva presumibilmente far parte di un gruppo di tre porte ma le altre due non sono visibili oggi. L’Arco Augusto è datato intorno al 9 d.C. grazie all’iscrizione sul fregio, nelle grandi lettere scolpite nella pietra che dovevano un tempo contenere lettere in bronzo dorato. L’iscrizione recita:

 « L’imperatore Cesare Augusto figlio del Divo (Giulio Cesare), pontefice massimo, console per la tredicesima volta, (rivestito) della potestà tribunizia per la trentaduesima volta, acclamato imperatore per la ventiseiesima volta, padre della Patria offrì le mura »

Il monumento fu distrutto nel 1463, ad opera delle artiglierie di Federico da Montefeltro e fu successivamente riedificato dall’Imperatore Costantino con una nuova iscrizione che non è però più visibile oggi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What is 6 + 7 ?
Please leave these two fields as-is:
IMPORTANT! To be able to proceed, you need to solve the following simple math (so we know that you are a human) :-)

x